Istituto di Cristallografia - CNR
Dirigente di ricerca

Saviano Michele

Caserta

  • Laurea in Chimica Industriale (110/110 e lode) 24 Marzo 1988, presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.
  • Borsista dell’Accademia Nazionale dei Lincei, borsa di studio messa a disposizione dalla Fondazione “Guido Donegani” su fondo della Dutral spa, per una ricerca sul tema “SISTEMI POLIMERICI CONTENENTI GOMME ETILENE-PROPILENE”, ricerca svolta presso l’Istituto di Ricerche su Tecnologia dei Polimeri e Reologia del C.N.R. di Napoli, sotto la direzione del Prof. Ezio Martuscelli dal 15 giugno 1988 al 14 giugno 1989.
  • Ricercatore III livello a tempo determinato ex Art 36 presso il Centro di Studio di Biocristallografia del CNR di Napoli dal 16/06/89 al 28/12/92.
  • Ricercatore Universitario per il raggruppamento disciplinare C03 (Chimica Generale ed Inorganica, sottosettore Strutturistica Chimica), presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” dal 28/12/92 15/07/98, confermato nel ruolo dal 28.12.95
  • Primo Ricercatore CNR, raggruppamento CHIM-03, (Chimica Generale ed Inorganica), presso l’Istituto di Biostrutture e Bioimmagini del CNR di Napoli dal 15/07/98 al 31/12/06.
  • Dirigente di Ricerca CNR, Settore Scienze Chimiche, presso l’Istituto di Biostrutture e Bioimmagini del CNR di Napoli e successivamente presso l’Istituto di Cristallografia del CNR di Baridal 01/01/07 a tutt’oggi
  • Abilitazione Scientifica Nazionale a Professore di I Fascia, Tornata 2012, settore disciplinare 03/B1 Fondamenti delle Scienze Chimiche e Sistemi Inorganici.
  • Direttore incaricato dell’Istituto di Cristallografia del CNR, Bari, dal 01/05/2010 al 01/07/2021
  • Presidente dell’Area della Ricerca del CNR di Bari dal 4/11/2013 al 31/12/2020

 

PERIODI DI STUDIO E LAVORO ALL’ESTERO 

  • Periodo di ricerca come Visiting Researcher presso la IBM Corporation “Scientific Engineering Computations Data Systems Division” in Kingston, New York, USA, sotto la guida del Prof. Enrico Clementi, dove ha sviluppato tematiche legate all’applicazione di tecniche di dinamica molecolare a peptidi bioattivi dal 26.09.90 al 23.09.90
  • Periodo di ricerca come Visiting Researcher presso la Gustaf H.Carlson School of Chemistry, Clark University, Worchester, Massachusetts, USA, sotto la guida del Prof. Dale F. Mierke, dove ha sviluppato tematiche legate allo studio di sistemi peptidici bioattivi utilizzando tecniche di “Distance Geometry” e di dinamica molecolare dal 1 Giugno 1995 al 31 Agosto 1995
  • Soggiorno di Studio per la durata di un mese dal 4 Ottobre 1998 al 4 Novembre 1998 presso la Facoltà di Scienze dell’Università di Nancy I “H. Poincarè” presso il gruppo diretto dal Dr. André Aubry nell’ambito dell’accordo CNR-CNRS
  • Periodo di ricerca come professore a Contratto per un periodo di due mese nell’anno accademico 1999-2000 presso la Facoltà di Scienze, dell’Università di Nancy I “Henri Poincaré”, Nancy France, Marzo 2000-Maggio 2000
  • Periodo di ricerca come professore a Contratto per un periodo di due mese nell’anno accademico 2000-2001 presso la Facoltà di Scienze, dell’Università di Nancy I “Henri Poincaré”, Nancy, Francia, Maggio 2001-Luglio 2001

PREMI E RICONOSCIMENTI

  • Premio AIC 1998 alla carriera assegnato dall’Associazione Italiana di Cristallografia per il significativo contributo scientifico dato dalle sue ricerche alla cristallografia nel campo della chimica strutturale
  • Assegnazione di indennità da parte del CNR in applicazione dell’art. 9 CCNL II biennio economico 2000/2001 per aver ottenuto i maggiori incassi 2005 per contratti di ricerca esterna (data di assegnazione Agosto 2006)

L’attività scientifica svolta dal dott. Michele Saviano si inquadra nella vasta tematica di ricerca del “Riconoscimento Molecolare”, con particolare riferimento allo studio, con tecniche di Chimica Strutturale, delle interazioni tra biomolecole a diversa complessità, allo scopo di chiarire le relazione tra struttura e attività biologica per il design su basi molecolari e strutturali di nuovi composti bioattivi. Le ricerche condotte, svolte in collaborazioni anche con diversi laboratori italiani ed esteri, si sono focalizzate sui seguenti temi:

  • interazioni tra peptidi e ioni metallici e tra bio-molecole, allo scopo di chiarire le relazione tra struttura e attività biologica e il ruolo svolto dagli ioni metallici nel modulare conformazioni bioattive;
  • progettazione di nuovi sistemi peptidici che possano mimare sistemi proteici;
  • caratterizzazione strutturale di sistemi peptidici contenenti sistemi non codificati che possano essere utilizzati nel drug design di nuovi composti con particolari proprietà conformazionali.
  • previsioni del comportamento di sistemi proteici, allo scopo di guidare l’ingegneria proteica nell’espressione di nuove proteine con particolari caratteristiche biotecnologiche.
  • previsioni del comportamento di sistemi oligonucleotidici modificati e loro caratterizzazione strutturale, allo scopo di ottenere nuovi sistemi con particolari caratteristiche biotecnologiche.

Il lavoro scientifico svolto dal candidato si è concretizzato in circa 230 pubblicazioni e review su invito su riviste internazionali ad alta diffusione, 4 capitoli di libri, e in 3 brevetti. I risultati ottenuti nei vari filoni di ricerca sono stati, inoltre, presentati in numerosi convegni nazionali ed internazionali (più di 200 convegni). Il valore dell’ h-Index del Dott Saviano, calcolato utilizzando Scopus, è di 34 ed è di 37 utilizzando Google Scholar.

Infrastruttura di Ricerca ITACA.SB: il Kick-off Meeting (31/01/2023)

Il 31 gennaio 2023 a Firenze, presso il Centro Risonanze Magnetiche (CERM) dell’Università degli Studi di Firenze, si è svolto il kick-off meeting del progetto ITACA.SB – Potentiating the Italian Capacity for Structural Biology Services in Instruct-ERIC.

Il Progetto ITACA.SB è finanziato dall’Unione europea nell’ambito del programma NextGenerationEU, che prevede per la nostra nazione finanziamenti senza precedenti per intensità e rilevanza per la ricerca e l’innovazione.

Il progetto ITACA.SB vede il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) quale Soggetto Proponente e l’Università degli Studi di Firenze come Co-Proponete, e nasce proprio per potenziare il centro italiano dell’infrastruttura europea Instruct-ERIC, presente nella Roadmap ESFRI dal 2006 e Landmark di ESFRI, con sede presso il CERM di Firenze, insieme ad altri laboratori CNR. Scopo del progetto è implementare piattaforme dedicate alla biologia strutturale distribuite in Italia. Questa azione  mira a facilitare l’accesso dei ricercatori a strumentazione e competenze all’avanguardia nella biologia strutturale per ricerche scientifiche d’eccellenza.

Sono cinque i siti italiani che beneficeranno del finanziamento complessivo da €20 Milioni in tre anni.  Oltre al CERM, sono coinvolte quatto sedi di Istituti CNR (Istituto di Cristallografia, Istituto di Chimica Biomolecolare, Istituto di Biologia e Patologia Molecolari, Istituti per i Polimeri, Compositi e Biomateriali), di cui tre nel Sud Italia (Bari, Caserta e Catania con oltre il 40% del finanziamento), e la quarta sede a Roma.

 “E’ un grande investimento nel futuro scientifico e tecnologico della biologia strutturale non solo dell’Italia, ma di tutta l’Europa, considerando che oltre il 90% del finanziamento verrà utilizzato per l’acquisizione di strumentazione di frontiera, per la selezione di giovani, brillanti scienziati e per l’alta formazione” sottolinea Michele Saviano, dirigente di ricerca dell’Istituto di cristallografia (Cnr-Ic) e coordinatore scientifico di ITACA.SB.

 “I principali obiettivi del progetto sono mantenere l’eccellenza del centro italiano di Instruct-ERIC a livello mondiale; sostenere la competitività della comunità scientifica italiana a livello europeo e internazionale e rafforzare le sinergie con le altre RI della Roadmap ESFRI nel settore della Salute e dell’Alimentazione” spiega Lucia Banci, Professore ordinario dell’Università di Firenze, responsabile del Centro italiano di Instruct-ERIC e co-responsabile scientifico del progetto. “Il progetto inoltre prevede molte attività formative volte ad ampliare l’utilizzo delle tecnologie di biologia strutturale da parte della comunità scientifica italiana, oltre a garantire un alto livello di competenza del personale coinvolto nella fornitura del servizio”

ITACA.SB consentirà di accedere alle facilities dell’Infrastruttura a scienziati provenienti da Università e Centri di Ricerca europei, ma anche a personale di aziende interessate a sviluppare nuove tecnologie. Infine, il progetto ITACA.SB è stato sviluppato in un’ottica di sostenibilità ambientale di lungo periodo, ponendosi fra gli obiettivi di minimizzare il proprio impatto ambientale

Per informazioni sul progetto: Michele Saviano CNR – Istituto Cristallografia

michele.saviano@cnr.it



Spinetti E.; Delre P.; Saviano M.; Siliqi D.; Lattanzi G.; Mangiatordi G.F. (2022)
A Comparative Molecular Dynamics Study of Selected Point Mutations in the Shwachman-Bodian-Diamond Syndrome Protein SBDS
Acconcia C.; Paladino A.; Valle M.D.; Farina B.; Del Gatto A.; Gaetano S.D.; Capasso D.; Gentile M.T.; Malgieri G.; Isernia C.; Saviano M.; Fattorusso R.; Zaccaro L.; Russo L. (2022)
High-Resolution Conformational Analysis of RGDechi-Derived Peptides Based on a Combination of NMR Spectroscopy and MD Simulations
Di Gaetano, Sonia; Pirone, Luciano; Galdadas, Ioannis; Traboni, Serena; Iadonisi, Alfonso; Pedone, Emilia; Saviano, Michele; Gervasio, Francesco Luigi; Capasso, Domenica (2022)
Design, Synthesis, and Anticancer Activity of a Selenium-Containing Galectin-3 and Galectin-9N Inhibitor
Pirone, Luciano; Nieto-Fabregat, Ferran; Di Gaetano, Sonia; Capasso, Domenica; Russo, Rita; Traboni, Serena; Molinaro, Antonio; Iadonisi, Alfonso; Saviano, Michele; Marchetti, Roberta; Silipo, Alba; Pedone, Emilia (2022)
Exploring the Molecular Interactions of Symmetrical and Unsymmetrical Selenoglycosides with Human Galectin-1 and Galectin-3
Creanza, Teresa Maria; Lamanna, Giuseppe; Delre, Pietro; Contino, Marialessandra; Corriero, Nicola; Saviano, Michele; Mangiatordi, Giuseppe Felice; Ancona, Nicola (2022)
DeLA-Drug: A Deep Learning Algorithm for Automated Design of Druglike Analogues
Delre, Pietro; Lavado, Giovanna J.; Lamanna, Giuseppe; Saviano, Michele; Roncaglioni, Alessandra; Benfenati, Emilio; Mangiatordi, Giuseppe Felice; Gadaleta, Domenico (2022)
Ligand-based prediction of hERG-mediated cardiotoxicity based on the integration of different machine learning techniques
Apostolopoulos, Vasso; Bojarska, Joanna; Chai, Tsun Thai; Feehan, Jack; Kaczmarek, Krzysztof; Matsoukas, John M.; Lopez, Octavio Paredes; Saviano, Michele; Skwarczynski, Mariusz; Smith-Carpenter, Jillian; Venanzi, Mariano; Wolf, Wojciech M.; Zielenkiewicz, Piotr; Ziora, Zyta M. (2022)
New Advances in Short Peptides: Looking Forward
Verdoliva, Valentina; Digilio, Giuseppe; Miletto, Ivana; Saviano, Michele; De Luca, Stefania (2022)
Fluorescence Studies: A9 Peptide, Functionalized with a Fluorogenic Probe, Interacts with Its Receptor Model HER2-DIVMP
Veronica Caratelli, Maria Moccia, Francesca R Paggioro, Luca Fiore, Concetta Avitabile, Michele Saviano, Anna Lisa Imbriani, Principia Dardano, Luca De Stefano, Danila Moscone, Nicola A Colabufo, Imane Ghafir El Idrissi, Francesco Russo, Giuseppe Riezzo, Gianluigi Giannelli, Fabiana Arduini. (2022)
Liquid Biopsy beyond Cancer: A miRNA Detection in Serum with Electrochemical Chip for Non-Invasive Coeliac Disease Diagnosis
Di Gaetano S.; Capasso D.; Delre P.; Pirone L.; Saviano M.; Pedone E.; Mangiatordi G.F. (2021)
More is always better than one: The n-terminal domain of the spike protein as another emerging target for hampering the sars-cov-2 attachment to host cells
Prencipe, Filippo; Zanfardino, Anna; Di Napoli, Michela; Rossi, Filomena; D’errico, Stefano; Piccialli, Gennaro; Mangiatordi, Giuseppe Felice; Saviano, Michele; Ronga, Luisa; Varcamonti, Mario; Tesauro, Diego (2021)
Silver (I) n-heterocyclic carbene complexes: A winning and broad spectrum of antimicrobial properties
Verdoliva, Valentina; Digilio, Giuseppe; Saviano, Michele; De Luca, Stefania (2021)
Thio-conjugation of substituted benzofurazans to peptides: molecular sieves catalyze nucleophilic attack on unsaturated fused rings
Creanza T.M.; Delre P.; Ancona N.; Lentini G.; Saviano M.; Mangiatordi G.F. (2021)
Structure-Based Prediction of hERG-Related Cardiotoxicity: A Benchmark Study
Farina B.; Andrea C.; Del Gatto A.; Comegna D.; Di Gaetano S.; Capasso D.; Paladino A.; Acconcia C.; Teresa Gentile M.; Saviano M.; Fattorusso R.; Zaccaro L.; Russo L. (2021)
A novel approach for studying receptor-ligand interactions on living cells surface by using NUS/T1?-NMR methodologies combined with computational techniques: The RGDechi15D-?v?5 integrin complex
Diaferia C.; Avitabile C.; Leone M.; Gallo E.; Saviano M.; Accardo A.; Romanelli A. (2021)
Diphenylalanine Motif Drives Self-Assembling in Hybrid PNA-Peptide Conjugates
Andrea Caporale (1),Simone Adorinni (2),Doriano Lamba (1,3), and Michele Saviano(4) (2021)
Peptide-Protein Interactions: From Drug Design to Supramolecular Biomaterials
Verdoliva V.; Digilio G.; Saviano M.; De Luca S. (2021)
Microwave heating promotes the S-alkylation of aziridine catalyzed by molecular sieves: A post-synthetic approach to lanthionine-containing peptides
Mardirossian, Mario; Rubini, Marina; Adamo, Mauro F.A.; Scocchi, Marco; Saviano, Michele; Tossi, Alessandro; Gennaro, Renato; Caporale, Andrea (2021)
Natural and synthetic halogenated amino acids–structural and bioactive features in antimicrobial peptides and peptidomimetics
Del Gatto A.; Saviano M.; Zaccaro L. (2021)
An overview of peptide-based molecules as potential drug candidates for multiple sclerosis
Apostolopoulos V.; Bojarska J.; Chai T.-T.; Elnagdy S.; Kaczmarek K.; Matsoukas J.; New R.; Parang K.; Lopez O.P.; Parhiz H.; Perera C.O.; Pickholz M.; Remko M.; Saviano M.; Skwarczynski M.; Tang Y.; Wolf W.M.; Yoshiya T.; Zabrocki J.; Zielenkiewicz P.; Alkhazindar M.; Barriga V.; Kelaidonis K.; Sarasia E.M.; Toth I. (2021)
A global review on short peptides: Frontiers and perspectives
Verdoliva V.; Saviano M.; De Luca S. (2021)
Zeolites employed as basic catalyst for nucleophilic substitution reactions: An analysis of the adopted approach and hypothesized new perspectives